Stili di vita

Centro specializzato in misure di prevenzione in gravidanza ad Aversa

Durante la gravidanza è bene seguire degli accorgimenti precisi che permettano di ridurre i rischi di eventuali danni alla salute del feto e della donna. Di seguito riproponiamo alcune delle misure di prevenzione in gravidanza, per maggiori approfondimenti ti invitiamo a contattare il nostro studio medico attraverso i recapiti di riferimento!
Prenota una consulenza specialistica
donna incinta con bilancia in mano

Assunzione di alcol, fumo, droghe, farmaci

Per evitare danni al feto, è bene interrompere l'assunzione di alcol, fumo e droghe.

Il ricorso ai farmaci in gravidanza deve avvenire in caso di effettiva necessità, poiché solo di un numero esiguo di essi è stata provata la sicurezza in gravidanza. La scelta di un farmaco per il trattamento di una patologia acuta o cronica può essere supportata consultando un centro di informazione teratologica e/o lo specialista di riferimento.

Alimentazione in gravidanza

In gravidanza è consigliato assumere alimenti variegati come:

  • abbondanti quantità di frutta e verdura;
  • farinacei, come pane, pasta, riso, patate;
  • proteine derivate da pesce, carne, legumi;
  • abbondanti quantità di fibre;
  • prodotti caseari come latte, formaggi.

Sono invece da evitare:

  • formaggi a pasta molle derivati da latte crudo e muffe;
  • patè, inclusi quelli di verdure;
  • fegato e prodotti derivati;
  • cibi pronti crudi e semicrudi;
  • carne cruda o conservata, come prosciutto e salame;
  • frutti di mare crudi, cozze e ostriche;
  • pesce, che può contenere un’alta concentrazione di metil-mercurio, come tonno, pesce spada o squalo;
  • latte crudo non pastorizzato.

In gravidanza il consumo di caffeina (presente nel caffè, nel tè, nella cola e nel cioccolato) dovrebbe essere limitato a non più di 300 mg/die.

Assunzione di vitamine

Le donne che programmano una gravidanza, devono assumere regolarmente almeno 0,4 mg al giorno di acido folico per ridurre il rischio di difetti congeniti, almeno un mese prima del concepimento e devono continuare per tutto il primo trimestre di gravidanza.

Le supplementazioni di ferro e vitamina A  (assunzioni maggiori di 700 microgrammi al giorno) devono essere evitate perché potenzialmente teratogene (evitare il consumo di fegato in quanto contiene elevati livelli di vitamina A).

La supplementazione routinaria con vitamina D in gravidanza è raccomandata solo per specifici casi, ovvero per donne del sud asiatico, africane, caraibiche e di origini medio orientali, donne che si espongono raramente al sole o che seguono un’alimentazione povera di vitamina D.
donna in cinta che dorme

Attività fisica, sessuale e viaggi

Svolgere attività fisica è sconsigliato solo in caso di sport che prevedono un impatto fisico o traumi addominali. Anche le immersioni subacquee sono da evitare in gravidanza perché associate a difetti congeniti e a malattia fetale da decompressione.
Avere rapporti sessuali nel corso della gravidanza, invece, non comporta eventi avversi per il feto.
Per i lunghi viaggi in aereo è consigliabile indossare calze elastiche così da ridurre il rischio di fenomeni di trombosi venosa.

Richiedi una consulenza specialistica ai nostri esperti e scopri tutte le misure di prevenzioni in gravidanza.

Share by: